Tag: cinema a scuola

Progetto #CafèCinema: 25 settembre 2019 incontro con Marco Valerio Gallo, storyboard artist

Ecco la photogallery dell’incontro di martedì 25 settembre con Marco Valerio Gallo (storyboard artist per i film di Gabriele Salvatores, Gabriele Mainetti, Carlo Verdone) presso l’Aula Magna dell’IC “Falcone e Borsellino” di Civita Castellana nell’ambito del progetto “Cafè Cinema. Conversazioni partecipate” a cura dell’IIS “Midossi” di Civita Castellana (VT) realizzato con il sostegno di MIUR e MIBACT nell’ambito del Piano Nazionale del Cinema nella Scuola”.

Al via il progetto #CafèCinema a Civita Castellana, Vignanello e Corchiano

Si è aperto lunedì 4 febbraio al liceo artistico Midossi di Vignanello (VT) il progetto “Cafè cinema. Conversazioni partecipate” a cura dell’IIS Midossi di Civita Castellana in collaborazione con l’IC Dante Alighieri di Civita Castellana, Artedelcontatto e con i comuni di Vignanello, Corchiano, Soriano nel Cimino, Vallerano e Canepina.

Il progetto è un percorso modulare di alfabetizzazione al cinema attraverso la conoscenza di alcuni mestieri del cinema che si rivolge agli studenti di una classe III dell’indirizzo audiovisivo e multimediale del liceo artistico e a 4 classi della secondaria di I grado in un meccanismo di peer education. Per maggiori dettagli sul progetto consultate il relativo articolo su questo blog.

Il tema del primo modulo, che è in corso di svolgimento nel mese di febbraio, è la filiera cinematografica e audiovisiva con particolare attenzione alla distribuzione. E’ intervenuto Claudio Storani, direttore artistico di Rete degli Spettatori e ideatore della neonata etichetta di distribuzione indipendente di cinema italiano di qualità Altri Sguardi nonchè esercente cinematografico (gestisce la Sala Buonarroti a Civitavecchia). Una figura in grado di sintetizzare esperienze e competenze relative a diversi segmenti della filiera, che si è confrontato con i ragazzi su vari temi legati alla “vita” di un film dall’ideazione alla sala.

Nella seconda parte della mattinata, i ragazzi hanno affrontato un percorso laboratoriale, curato da Simone Moraldi e Alice Casalini di ArtedelContatto, coordinatori del progetto, insieme alla prof.sa Marcella Brancaforte. Ne sono emersi diversi powerpoint, consultabili sull’account slideshare di Artedelcontatto. Questi powerpoint sono stati poi utilizzati venerdì 8 febbraio quando, con il supporto di Valentina Valente di ArtedelContatto e la supervisione della prof.sa Francesca Pandimiglio, referente del progetto al liceo artistico, un gruppo di studenti del Midossi si sono recati in visita presso la scuola media dell’IC Dante Alighieri, con la supervisione della prof.sa Rita Narduzzi, e sono diventati “professori per un giorno”: applicando la metodologia della peer education, abbiamo voluto proporre ai ragazzi più grandi di trasmettere le conoscenze acquisite.

Ne è emerso un percorso molto interessante, che ha messo in luce delle dinamiche interessanti relative ai meccanismi di trasmissione della conoscenza in ambito educativo, ed ha permesso ai ragazzi della scuola superiore di confrontarsi con i loro pari età più giovani attraverso il cinema.

Il progetto prevedrà, fino a maggio, lo svolgimento di altri 3 moduli:

  • lo storyboard, che vedrà la partecipazione come esperto dello storyboarder professionista Marco Valerio Gallo;
  • la recitazione, che vedrà la partecipazione come esperto del critico teatrale e studioso di arti performative Sergio Lo Gatto;
  • la sceneggiatura, che vedrà la partecipazione come esperto dello sceneggiatore e docente Pierpaolo Piciarelli.

Segue la photogallery degli incontri che hanno avuto luogo.

ArtedelContatto e Zalab per il documentario al Liceo Gullace di Roma

L’Associazione Artedelcontatto in collaborazione con ZaLab, ha proposto, il 6 marzo scorso, il documentario di Stefano Liberti e Enrico Parenti “Container 158” alle classi 1°, 2°, 3° e 4° del Liceo Scientifico “Teresa Gullace” di Roma. Container 158 racconta la vita del campo Rom di via Salone, attraverso le testimonianze di alcuni dei suoi abitanti.

La proiezione del film, che è avvenuta in plenaria in presenza di tutte le classi, è stata preceduta da un incontro didattico che abbiamo tenuto in ciascuna classe. Abbiamo consegnato agli studenti una scheda didattica che è stata alla base di un lavoro in classe con i ragazzi. Gli studenti hanno accolto vivacemente la nostra proposta, rispondendo con partecipazione e spirito critico. A volte il dibattito è sfociato in un confronto “animato”, vista la complessità del tema trattato. Tutti gli studenti hanno seguito con attenzione la proiezione del documentario, mostrando a fine film un grande desiderio di confronto. Il nostro percorso si è concluso il 18 marzo con un incontro post-proiezione in cui gli studenti hanno rivelato una grande disponibilità al dialogo e, in alcuni casi, una messa in discussione dei propri saperi, risultato del lavorio attivato dal film.